Luoghi Da Visitare




Luoghi Da Visitare

EremoMorrone

(Papa dal 29/08/1294 al 13/12/1294)
Pietro da Morrone, sacerdote, condusse vita eremitica. Diede vita all’Ordine dei “Fratelli dello Spirito Santo” (denominati poi “Celestini “), approvato da Urbano IV, e fondò vari eremi. Eletto papa quasi ottantenne, dopo due anni di conclave, prese il nome di Celestino V e, uomo santo e pio, si trovò di fronte ad interessi politici ed economici e a ingerenze anche di Carlo d’Angiò. Accortosi delle manovre legate alla sua persona, rinunziò alla carica, morendo poco dopo in isolamento coatto nel castello di Fumone. Giudicato severamente da Dante come “ colui che per viltade fece il gran rifiuto “, oggi si parla di lui come di un uomo di straordinaria fede e forza d’animo, esempio eroico di umiltà e di buon senso.

SulmonaSSAnnunziata3

Il Palazzo venne realizzato nel 1500 e parzialmente modificato dopo il 1706, utilizzato come ospedale fino al 1960, ma anche come farmacia e sede del Magistrato, oltre che come uffici comunali e del Giudice conciliatore, le sue sale vennero destinate anche ad ospitare alcune classi scolastiche.

Oggi ospita l’Auditorium della Camerata Musicale, il Museo Civico e il “Museo in situ”. Il percorso museale si suddivide in quattro sezioni, tre collocate al piano nobile del palazzo e una al piano terra.

 

piazza-garibaldi-sulmona

Chiamata anche piazza Maggiore è una delle piazze più grandi d’Italia; vi si svolge la Giostra Cavalleresca. Al centro spicca il fontanone del 1823. Sul lato SW è chiusa dall’acquedotto medioevale, costruito nel 1256 sotto il regno di Manfredi, figlio di Federico II di Svevia. E’ costituito da 21 arcate a sesto acuto in pietra concia, per una lunghezza complessiva di circa 100 metri.

 

 

thumb

La facciata vasta e rettangolare di tipo romanico-gotico presenta un portale di impianto gotico, sovrastato da un rosone assai ampio. Il portale a tutto sesto ha scolpito sulla lunetta lo stemma della famiglia Aragona, che nel Medioevo aveva il dominio su Sulmona. Sulla destra della facciata sorge la torre del campanile a vela, con un orologio incastonato. Una seconda torre campanaria, più grande, sta dietro la prima torre. L’interno, suddiviso in tre navate da un colonnato gotico, include una statua lignea di Cristo del XVII secolo. Altri elementi sono compresi nella statua della Madonna col Bambino e di un imponente affresco ritraente Adamo ed Eva nel Paradiso terrestre. Su una nicchia è posta una campane del Trecento, tolta dalla loggia di un campanile a scarpa della chiesa di San Francesco della Scarpa (sempre a Sulmona).

sci-roccaraso

Scenari incantevoli, impianti all’avanguardia, 150 km di piste da discesa e 60 km di piste da fondo: ecco cosa offre il comprensorio sciistico dell’Alto Sangro e dell’Altopiano delle Cinque Miglia.Una perfetta combinazione di sport e divertimento, nel più grande bacino sciistico del Centro-Sud, nonché tra i più grandi d’Italia. La quasi totalità delle piste è predisposta per l’innevamento artificiale programmato tra i più grandi e moderni d’Europa e la varietà dei pendii permette a chiunque di godere pienamente della notevole estensione del comprensorio: grandi e piccini, amatori e professionisti, principianti ed esperti. Tra i centri abitati e la vetta delle Toppe del Tesoro ci sono mille metri di dislivello: un’ascesa tra i più affascinanti paesaggi ti porterà in alto non solo fisicamente, ma soprattutto nello spirito, per realizzare tutto ciò che c’è in cima ai tuoi sogni. Guarda anche qui.

Gole_Di_San_Venanzio_22

Riserva Gole San Venanzio numerosi sono gli itinerari da seguire, se solo si fa capolino nel verde della natura e nell’unicità del paesaggio circostante, dai sentieri facili da pedalare o percorrere a piedi oppure sentieri tenaci, consigliati solo ai professionisti, che costeggiano le zone ripali e scendono fino al fiume.

 

 

italia

Anversa degli Abruzzi è circondata da uno scenario naturale di straordinaria ed incomparabile bellezza, nel quale spiccano le spettacolari e selvagge pareti del canyon dove scorre l’impetuoso fiume Sagittario e lassù, in cima a quello stretto crinale roccioso sul quale sembra mantenersi perennemente in equilibrio, il magico borgo medievale fortificato di Castrovalva, immortalato nel 1930 dall’artista olandese Maurits Cornelis Escher in una celebre litografia, successivamente donata alla National Gallery of Canada di Ottawa e attualmente esposta al Museum of Art di Washington.

Nel territorio comunale di Anversa degli A. è compresa la spettacolare Riserva Naturale delle Gole del Sagittario (Oasi WWF dal 1991), una delle aree naturalistiche più importanti d’Europa. L’area protetta, situata ai margini del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, a pochissimi chilometri dalla celebre località turistica di Scanno, presenta una flora ricca e diversificata e in essa vivono tutti i grandi mammiferi presenti nel Parco Nazionale più antico d’Italia, ad eccezione del Camoscio.

Comments are closed